Prodotti colesterolo

In commercio ci sono vari tipi di prodotti che aiutano a ridurre il colesterolo.

Lo scopo dei prodotti, siano essi farmaci o prodotti naturali o alimentari, è quello di aiutare a ridurre il livello di colesterolo laddove non è sufficiente la dieta e l’attività sportiva.
Bisogna infatti chiarire fin da subito che i prodotti per ridurre il colesterolo non sono in alternativa ad una dieta adeguata e ad uno stile di vita sano ed attivo.

Non serve prendere questi prodotti se poi si mangiano merendine, snack, se si fuma e si fa una vita sedentaria!
I prodotti per il colesterolo devono intervenire in aiuto a chi non ottiene risultati soddisfacenti con alimentazione, sport, vita sana, ecc.

Un prodotto molto efficace e che si è diffuso negli ultimi anni è il Danacol, ovvero una bevanda a base di latte contenente una grande concentrazione di fitosteroli, ovvero steroli vegetali.
Gli steroli vegetali sono normalmente contenuti in oli vegetali, frutta secca, certa frutta fresca e verdure. Essi diminuiscono l’assorbimento di colesterolo a livello intestinale. Perché questa funzione sia efficace per una riduzione del colesterolo bisogna assumerne almeno 1 o 2 grammi al giorno, quantità impossibile da raggiungere con una normale alimentazione. Un prodotto come Danacol contiene 1,6 grammi, un concentrato di fitosteroli e la quantità necessaria per permettere la riduzione del colesterolo.
L’assunzione quotidiana di questo prodotto, associata ovviamente ad una dieta ipocalorica e ad un’attività fisica abbastanza intensa dà risultati molto soddisfacenti per l’abbassamento del colesterolo.

Esistono poi in commercio una serie di integratori a base di principi e sostanze che agiscono positivamente su alcune funzioni in modo da aiutare a ridurre il colesterolo. Questi prodotti possono essere a base di: aglio, carciofo, riso rosso fermentato con Monascus Purpureus (lievito rosso), derivati di agrumi, oli di pesce; sostanze antiossidanti: zinco, rame, cromo, selenio, manganese; vitamine: E, C, B3; Rosmarinus Officinalis (riequilibra le funzioni del fegato e del drenaggio biliare); olio di ribes nero, ecc.

Ovviamente anche l’assunzione di questi prodotti, per avere la dovuta efficacia, deve essere abbinata ad una dieta ed un’attività fisica adeguata.

Infine ci sono i prodotti farmaceutici (veri e propri medicinali prescritti dal medico) a base di statine, sostanze che inibiscono l’attività dell’HMG-CoA reduttasi, l’enzima a base della sintesi di colesterolo endogeno nel fegato.
Negli anni passati è stata fatta molta propaganda anticolesterolo (causando anche molta informazione distorta e talvolta inutile demonizzazione) e molti medici prescrivevano (e forse tuttora prescrivono) con troppa facilità questi farmaci che hanno anche effetti collaterali dannosi. È invece importante che la prescrizione delle statine avvenga solo se tutti gli altri metodi dietetici e gli altri prodotti naturali falliscono nell’azione di abbassamento del colesterolo cattivo LDL e se i valori del paziente sono di livello preoccupante per la sua salute.