Sport e colesterolo

Lo sport fa bene alla salute e fa bene anche al colesterolo.

Una attività sportiva aerobica ad intensità medio-alta alza il livello del colesterolo buono HDL e diminuisce quindi il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre con lo sport si abbassano anche i trigliceridi, il che favorisce ulteriormente la riduzione di rischi per il cuore.
Innanzitutto è importante quindi capire che fare molto sport non abbassa il colesterolo, ma alza il colesterolo buono. Alzandosi il colesterolo buono si alzerà di conseguenza il colesterolo totale. Ma come sappiamo, se il colesterolo buono si alza, si abbassa il rischio cardiovascolare, grazie al ridotto rapporto tra colesterolo totale e colesterolo buono.

IRC (Indice di Rischio Cardiovascolare) = Colesterolo totale / HDL

Questo indice deve essere:

  • per gli uomini inferiore a 5
  • per le donne inferiore a 4,5

Detto questo, quali sono gli sport che fanno bene al colesterolo?

Gli sport ideali per alzare il livello di colesterolo buono HDL sono quelli aerobici cardiologicamente allenanti.
Questo significa che durante questo tipo di attività sportiva le pulsazioni cardiache devono arrivare ad almeno 100-120 per tutta la durata dell’attività.
Si tratta quindi di un’attività sportiva intensa, di lunga durata e da praticare almeno 3 volte alla settimana.
Gli sport consigliati per il colesterolo sono: corsa, nuoto, ciclismo, canottaggio.
Sport più statici, quali il sollevamento pesi o il calcetto non sono efficaci per il colesterolo.

Chi dice che basti una passeggiata di mezzora al giorno per migliorare il colesterolo sbaglia. Questo può eventualmente essere vero solo per quel tipo di persone per cui una passeggiata a buon passo costituisce già un grande sforzo e le cui pulsazioni cardiache salgano per questo tipo di sforzo.
Ma per una persona in buona salute e forma discreta, è necessario praticare una vera e propria attività sportiva, con una durata ed intensità adeguate.

Per chi facesse sport con lo scopo di migliorare il proprio colesterolo è consigliabile eseguire regolarmente le analisi del sangue per verificare l’innalzamento dell’HDL.